Home » Posts tagged 'cani' (Page 2)

Tag Archives: cani

Una pasticceria per cani a Reggio Emilia

Ricevo questa mail:
Salve, ad ottobre abbiamo aperto a Reggio Emilia la Pasticceria Da Prue- biscotti per cani – e vi vogliamo presentare i nostri biscotti per gli amici a 4 zampe”.

Pasticceria-cani-biscotti-vienifuoriconme

Con gli occhi sbarrati e il tartufo in movimento – quasi sentissi già il profumino – corro dalla mia padroncina e le comunico, zampettando qua e là, la dolce notizia. “Interessante, molto interessante” il suo primo commento. “Stai tranquillo Pixi, non potendo andare a Reggio Emilia ci faremo mandare dei biscotti, il Natale si avvicina e te li meriti”.
In attesa del pacco dono, voglio comunque raccontarvi la storia di due sorelle che hanno realizzato il loro sogno.

Pasticceria-cani-vienifuoriconme

Già da piccole, Joana e Jesenija, hanno un debole per noi quattro zampe; sono cresciute in una famiglia dove il cane non è mai mancato, avevano 3 pastori tedeschi ed ognuno di loro era speciale. Il primo si chiamava Don, il secondo Ben e il terzo casualmente ancora Ben. Ogni volta che si trovavano ai fornelli le due sorelle sfruttavano l’occasione per creare qualcosa di dolce per i loro cani, torte, pasticcini, muffin… anche se a volte – per loro ammissione – neanche li mangiavano. Inizialmente non tutti i dolci venivano con il buco ma dopo parecchie prove, e sbagli, hanno imparato e grazie all’arrivo in casa della piccola Prue hanno esaudito il loro desiderio: aprire una pasticceria per cani a Reggio Emilia in via del Gattaglio 11B, città in cui una di loro vive. Eh si perché l’altra sorella vive ancora in Slovenia, paese che ha ispirato l’apertura della pasticceria perché dovete sapere, cari amichetti, che là esistono dei forni per cani addirittura in franchising.

(altro…)

Grande Veneto, regione dog friendly!

Can-spiaggia-veneto-vienifuoriconme
Da oggi noi, animali da compagnia, abbiamo libero accesso presso i giardini pubblici, parchi e spiagge del Veneto.
Lo prevede la nuova normativa approvata dalla Regione Veneto e pubblicata oggi sul Bollettino Ufficiale. Nell’occasione il consigliere dell’Italia dei Valori, Gennaro Marotta, che sull’argomento aveva presentato nel 2012 un progetto di legge sostanzialmente accolto in quello approvato dal Consiglio, ha illustrato alla stampa, accompagnato dal suo cagnolino Fergie, il significato del provvedimento che io qui riporto con grande entusiasmo: «Si tratta di un segnale di civiltà. In pratica, oltre a vietare l’utilizzo della catena o di qualunque altro strumento di contenzione, la legge consente agli animali da compagnia, purché accompagnati dal proprietario o da altre persone e tenuti a guinzaglio e con museruola, l’accesso a tutte le aree pubbliche e di uso pubblico, compresi giardini, parchi e spiagge».
Si, si, avete capito bene e mi rivolgo soprattutto a chi minimamente e, anche solo per un istante, abbia pensato di lasciarci attaccati ad un palo per un posto al sole! Le scuse cari amici umani iniziano a scarseggiare vista la crescente attenzione e sensibilità nei nostri confronti… e c’è anche un rovescio della medaglia: se veniamo portati in spiaggia senza considerare le nostre necessità, come ad esempio avere dell’acqua fresca a disposizione e una zona d’ombra, i nostri amati padroncini  potrebbero essere accusati di maltrattamento.
Quindi: massima attenzione cari amici umani! Abbiate rispetto, sempre e comunque, per noi quattro zampe!

Ritratti canini

Chiara-pittrice 1Ricevo questa mail: “Gentilissimo Pixi, mi chiamo Chiara Lanzani e sono una decoratrice e pittrice. La pittura e l’amore verso gli animali mi hanno portato a realizzare ritratti canini che mi piacerebbe tu vedessi”. A tal gentile richiesta non ho, ovviamente, esitato un attimo. Sono andato sul suo sito e con la curiosità che mi appartiene ho navigato tra le sue opere. E dentro di me pensavo a quanto sarebbero piaciute anche alla mia amata padroncina.

La pittrice, giovane classe 79, ha scoperto la passione nel dipingere noi pelosetti casualmente; mi ha raccontato che due anni fa un cliente polacco per il quale stava decorando il soffitto dell’ufficio le chiese di inserire i suoi tre barboncini all’interno della decorazione. Bella idea: quasi quasi lo suggerisco alla mia padroncina la prossima volta che decorerà le pareti di casa; mi ci vedo bello come il sole in una delle pareti del salotto.

Da allora, Chiara, ha coltivato questa nuova arte eseguendo inizialmente ritratti pensando alle persone che amava quindi immaginando la sorella come un levriero afgano, essendo bionda con i capelli lunghi, la madre come un bracco e così via creando un vero e proprio albero genealogico canino. Ritratti, mi spiegava, che non sono una semplice mimesi della natura, ad ogni quadro esposto è infatti associato un amico o un componente della famiglia dell’autrice.

A noi (chissà se Chiara abbia un amico umano al quale associarmi:-) sono piaciuti. A voi, non resta che guardare il sito!

settembre: 2018
L M M G V S D
« Mar    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930