Home » Fuori le mura » A zonzo nel Roero

A zonzo nel Roero

Zaino pronto, come sempre.
Colazione fatta. La mia padroncina mi ha deliziato con del buon riso soffiato – alimento energico, giusto per affrontare la giornata – e paté di vitello, tacchino e carote made by Pet’s Planet. Tutti gli ingredienti sono selezionati e cotti a vapore. Con la pancia piena, la mia, dove ci siamo diretti?

Autostrada Torino-Piacenza, uscita Santena; dopo aver superato Poirino e Pralormo, siamo arrivati a Montà, la porta del Roero. Un territorio meno blasonato delle vicine Langhe ma ugualmente affascinante negli aspetti più selvaggi ed aspri.

Da piazza Vittorio Veneto, la piazza centrale del borgo, abbiamo proseguito in via Cavour e all’imbocco con via Placido Mossello seguito le indicazioni per il “sentiero dell’apicoltura“.

Il sentiero è un anello ed è impossibile perdersi; in tutta tranquillità e al mio passo (lento quindi) ci vogliono circa due orette. Tra vari sali e scendi, distese di vigneti dei vini DOCG, Roero e Roero Arneis, mi sono davvero divertito e respirato aria buona… sempre in totale libertà!

Sul sito www.ecomuseodellerocche.it trovate tutti i sentieri – molteplici e vari nella durata e difficoltà – una descrizione di tutti i comuni del Roero oltre ad informazioni su cosa fare, dove mangiare e sui vari eventi.

A Montà, per chi volesse fermarsi una o più notti, suggerisco l’albergo “Casa Americani” dove noi, ovviamente, siamo i benvenuti.

#pixinviaggio vi saluta e vi da appuntamento alla prossima gita!


Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *