Home » Fuori le mura » Un’oasi dog friendly nel Biellese firmata Zegna

Un’oasi dog friendly nel Biellese firmata Zegna

Un uomo come pochi ve ne sono. In quest’epoca poi. Pensate, cari amichetti, ha creato una panoramica, ovvero una strada – ma non una qualunque – per valorizzare l’area montana in cui sorgeva il suo paese natale, Trivero, attraverso un imponente piano di rimboschimento delle pendici brulle delle montagne con mezzo milione di conifere e molte centinaia di rododendri e ortensie

Lui è Ermenegildo Zegna. E la strada la Panoramica Zegna che lungo i suoi 26 km attraversa la bellissima Oasi Zegna, un paradiso naturalistico di 100 mq, regalando angoli e scorci meravigliosi.

Sono partito alla scoperta di questo angolo del Piemonte in provincia di Biella da Bocchetto Sessera dove si trova la Locanda Bocchetto Sessera, struttura dog friendly; qui la mia padroncina ha lasciato la macchina e dopo aver ammirato lo splendido paesaggio dalla terrazza panoramica abbiamo iniziato la nostra passeggiata nel bosco del sorriso: un bosco i cui alberi, in certe condizioni, trasmettono una forza benefica e vitale attraverso campi elettromagnetici semplicemente abbracciandoli.

Io e Wendy, ero in dolce compagnia di un bulldog francese (non ve l’avevo detto?), ci siamo divertiti e corso in piena libertà e in totale sicurezza. Dopo aver percorso il bosco – è un itinerario ad anello – siamo andati a Bielmonte a circa 1500 metri di quota con vista che spazia dal Monviso alla pianura padana; qui si trova l’albergo Bucaneve Sport & Wellness, chalet di montagna, molto curato, con ristorante tipico e centro benessere… e noi siamo i benvenuti anche nel ristorante!

E’ davvero un angolo di paradiso con camere che si affacciano sulla vallata e dal quale partono molti itinerari in mezzo alla natura. Dopo un po’ di relax sulla terrazza panoramica del Bucaneve, siamo risaliti in macchina e lungo la Panoramica abbiamo incontrato la Conca dei rododendri, un vero e proprio spettacolo della natura; vi consiglio di parcheggiare e godervi lo spettacolo passeggiando tra i bellissimi fiori.

Dopo pochi chilometri siamo arrivati a Trivero e la magia è finita… la strada è diventata normale:-(

A quel punto io e Wendy ci siamo addormentati e io mi sono svegliato a Torino, ancora stanco ma felice per aver trascorso una bellissima giornata!Raccontate ai vostri padroncini di questa gita, merita davvero, provare per credere!

Suggerimento: fermatevi per pranzo, dopo Bielmonte, presso l’Agriturismo Alpe Margosio in località Bocchetto di Margosio… noi, ovviamente, siamo i benvenuti!


Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *