Home » Bel Paese » A misura di bau il Parco Naturale Mont Avic

A misura di bau il Parco Naturale Mont Avic

A volte, la cosa più urgente e importante che si possa fare, è concedersi un completo riposo
Hotel Parc Mont Avic-esterno-vienifuoriconme

Con questa premessa mi sono ritrovato, fortunatamente, in macchina con accanto il mio zainetto direzione Parco Naturale del Mont Avic nel cuore della Valle d’Aosta. Amici, in tutta sincerità, lo conoscete? Io no e le mie compagne di viaggio sono riuscite nuovamente a sorprendermi! Da Torino abbiamo imboccato l’autostrada direzione Aosta e siamo usciti a Verres; dall’abitato abbiamo seguito le indicazioni e dopo alcuni chilometri ricchi di tornanti siamo arrivati a destinazione: all’Hotel Parc Mont Avic, struttura pet friendly, nel cuore del suo omonimo parco a 1300 mt d’altezza nel villaggio di Covarey in località Chevrère: 18 le camere arredate in larice ed ognuna riporta il nome di un lago o una montagna del parco; io ero nella 303 con a disposizione un balcone vista montagna e una piccola cameretta! Che spettacolo!

Parco Naturale Mont Avic-vienifuoriconmeParco Naturale Mont Avic-vienifuoriconmeParco Naturale Mont Avic-cartelli-vienifuoriconmeParco Naturale Mont Avic-neve-vienifuoriconme

Ma bando alle ciance io volevo correre in uno dei tanti percorsi naturalistici che partono dall’hotel alla scoperta, pensate, di ben 14 laghi alpini, senza nessun tipo di pericolo, le auto non passano! E così abbiamo fatto scegliendo l’itinerario da Veulla sino al Lac Blanc a 2132 mt seguendo l’itinerario 5C! Tra la neve lungo il percorso e il fango lasciato da quella che pian pianino si stava sciogliendo, non vi dico in che stato mi sono ridotto: altro che biondo! Ma d’altronde mica mi ci hanno portato per tenermi stretto stretto al guinzaglio? “Ogni cane ha il sacro santo diritto di sporcarsi” vero, no? Ma questo è solo uno dei percorsi, il Parco del Monte Avic ne custodisce un patrimonio immenso!

Parco Naturale Mont Avic-solarium-vienifuoriconmeHotel Parc Mont Avic-camera-vienifuoriconmeHotel Parc Mont Avic-interno-vienifuoriconmeHotel Parc Mont Avic-cena-vienifuoriconme

La nostra camminata di circa 3 ore, andata e ritorno, si è poi conclusa con in rigenerante relax presso l’ampio solarium a disposizione incastonato tra le montagne con comode sdraio con tanto di poggia testa; le mie compagne di viaggio erano in un un brodo di giuggiole! E io? Mi sono accucciato all’ombra di uno sdraio e mi sono addormentato profondamente in compagnia del canto degli uccellini e lo scorrere del ruscello! Un paradiso! Sino a quando non è arrivato Pedro, un piccolo meticcio, la mascotte del villaggio che sinceramente, seppur sia tanto simpatico e giocherellone, mi ha fatto perdere la pazienza: mi girava sempre intorno ringhiando (tranquilli ringhia solo ma è innocuo) nonostante io non gli dicessi nulla! E appena mi mettevo giù tranquillo ecco che veniva ad importunarmi! Ho resistito per un po’ ma poi gli ho fatto capire chi comandava!

Hotel Parc Mont Avic-camera-vienifuoriconmeHotel Parc Mont Avic-camera-vienifuoriconmeHotel Parc Mont Avic-balcone-vienifuoriconme

L’Hotel Parc Mont Avic è un posto che merita un viaggio sotto tutti i punti di vista: a detta delle mie amiche al bar interno si mangiano buonissimi e generosi taglieri salumi e formaggi valdostani (beati voi umani) come la motzetta o gustosi panini con prosciutto e formaggio di capra; ottima inoltre la qualità del cibo proposta nel ristorante: mi hanno raccontato – è infatti l’unica area dell’hotel in cui non posso entrare – della cena a base di pierrade, uno spettacolo. Idem la colazione a base di torte fatte in casa e prodotti del territorio come il tipico pane nero ai fichi, uvetta e nocciole e le marmellate da consumare in una terrazza con vista mozzafiato.

Parco Naturale Mont Avic-vienifuoriconme


Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *