Home » Bel Paese » 48 ore a Champoluc, perla del Monte Rosa

48 ore a Champoluc, perla del Monte Rosa

IMG_3799IMG_3797IMG_3798

Presso Le Rocher, tre stelle di Champoluc nel cuore della Val d’Ayas, ai piedi del Monte Rosa, ci si sente come a casa. I proprietari sono amanti dei 4 zampe (la mamma del gestore è un veterinario), la ragazza alla reception è molto disponibile e lo staff del ristorante davvero gentile, su richiesta, pensate, mi hanno portato la cena in camera! Arredato con cura in stile country chic sono 22 le camere a disposizione dotate di ogni confort e noi pelosetti possiamo accedere in tutti gli spazi comuni tranne il ristorante; io ho soggiornato nella 101 dal cui balcone si ha una vista spettacolare sulle montagne e sul grande prato dell’hotel dove possiamo correre e giocare senza guinzaglio!

IMG_3906IMG_3910IMG_3902IMG_3844

E l’erba, cari Amichetti, e ben tagliata e soffice, un piacere rotolarcisi sopra! Anche i nostri amici umani l’apprezzeranno… per loro a disposizione sdraio di legno con materassino per prendere il sole e gazebo con comode sedie per chi volesse l’ombra; c’è un’area attrezzata anche per i più piccoli con altalena, scivoli e giochi varie. E poi per chi volesse farsi coccolare un piccolo centro benessere è a disposizione con vasca idromassaggio, bagno turco e sauna.

IMG_3801IMG_3839IMG_3802

La mia compagna di avventure non poteva fare una scelta migliore per i nostri ultimi giorni di vacanze estive, devo ammettere che il gusto nella scelta non le manca; volete sapere come ho trascorso le mie 48 ore? Allora… tramite un sentiero che parte dall’hotel mi sono addentrato nel bosco di Villy (frazione di Champoluc) e ho raggiunto il centro del paese; la passeggiata è animata dalla presenza di bellissime statue in legno realizzate annualmente dai miglioro artigiani della Valle d’Aosta su di una tematica specifica come gli animali, folletti, la primavera ecc…

IMG_3830IMG_3851IMG_3863IMG_3873

Una volta arrivati in paese e visitato il grazioso borgo, ho superato la piazzetta con la chiesa, girato a sinistra e lungo il torrente ho seguito le indicazioni per le cascate di Mascognaz: seppur il sentiero sia un po’ rapido non perdetevi d’animo e salite sino in alto, lo spettacolo delle cascate è meraviglioso. Oppure subito dopo il bosco di Villy prendete la telecabina sino al pianoro del Crest (1937mt), noi 4 zampe possiamo salire senza pagare il biglietto, e io non ho avuto paura; arrivati in cima vi consiglio di andare sino al lago delle rane e al Belvedere; il percorso è un po’ in salita ma ne vale la pena, in fondo siamo in montagna;

IMG_3897

e poi una volta ritornati a Crest seguite le indicazioni per il borgo di Mascognaz a 1822mt, lungo un sentiero ben segnalato che attraversa lussureggianti boschi di pini e larici, un piccolo borgo walser d’alta quota in mezzo alle montagne davvero caratteristico: poche baite ed antichi rascard, ora ristrutturati, vicoli strettissimi, una chiesetta ed un abbeveratoio. Anche in inverno dev’essere splendido grazie ai molteplici itinerari che si possono effettuare con le ciaspole.
Da Mascognaz non resta poi che scendere sino a Champoluc e fare un giro nel paese magari con una sosta a Il Golosone per un buonissimo gelato servite in cialde preparate artigianalmente che sembrano dei biscotti!
Cari Amichetti, Champoluc e la Val d’Ayas mi è piaciuta tantissimo! Per me, una gran e bella sorpresa e visto che le previsioni per tutto il mese di settembre sono belle, fossi in voi mi regalerei uno dei prossimi fine settimana!
E se proprio non riuscite, tenete in considerazione questo hotel per la prossima estate o per l’imminente inverno; non oso immaginare quanto sia bello correre davanti al prato innevato… io quando tocco la neve divento pazzo!
E per i nostri amici bipedi? Dite loro che Champoluc è un’importante e rinomata stazione sciistica inserita nel comprensorio del Monterosa Ski. La sua area sciistica è infatti collegata sci ai piedi con quella di Gressoney-La-Trinité e, da qui, con il versante di Alagna Valsesia. Il punto di massima altezza del comprensorio è il Colle Bettaforca (2676 m s.l.m.) che permette l’accesso alla Valle del Lys (Gressoney).

IMG_3811IMG_3880IMG_3808

Serve altro? Per me… ritornarci, la mattina della partenza ero molto triste…

IMG_3908


Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *