Home » Fuori le mura » Weekend a Osasco in Val Chisone

Weekend a Osasco in Val Chisone

Oggi vi porto a Pinerolo a circa 40 km da Torino all’inizio della Val Chisone e, nello specifico, a Osasco piccolo borgo caratterizzato dal suo omonimo castello; un edificio che risale al 1300 i cui proprietari di origine genovese, la famiglia Cacherano di Osasco, mi hanno accolto a braccia aperte con un Labrador femmina; meglio di così non si poteva! Io posso entrare e scorazzare liberamente nel giardino, anzi direi nel parco circostante (vista la vastità) e visitare il primo piano, qui al guinzaglio.
OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERADavvero una sorpresa: Francesca, l’ultima dei cinque figli nonché colei che si prende cura della “piccola” residenza (si fa per dire!) mi ha brevemente raccontato la storia; il castello fu costruito a difesa del ducato sabaudo dagli assalti francesi e successivamente nel XVII secolo divenne, finiti i periodi bellici, dimora signorile: fu affrescata la facciata e il lato ovest e vennero ricavati al suo interno nuovi locali con loggiati, saloni, il porticato e si realizzò il parco su progetto dell’architetto Benedetto Alfieri… proprio uno qualunque! Amici… il parco è bellissimo, ben curato e dominato da due enormi faggi rossi; qui hanno trovato il loro habitat naturale e potrebbero sembrare ultra centenari, ma essendo stati piantati dalla nonna come usanza di famiglia in occasione di ogni nascituro, hanno appena 80 anni; se vi mettete sotto le loro grandi foglie non vorrete più andar via, una vera e propria pacchia!

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

IMG_1234OLYMPUS DIGITAL CAMERA

E poi, sorpresa della sorpresa, Carlo il fratello di Francesca, gestisce l’adiacente agriturismo Le 4 Torri ricavato nelle antiche cascine del castello. Cinque le camere a disposizione arredate con gusto e semplicità (con vista sul castello), mantenendo alcune caratteristiche come le bellissime travi a vista e un ristorante dove si gustano ricette del territorio con prodotti stagionali e dell’orto e carni locali oltre che vini. Un invitante spazio esterno completa la struttura per pranzare o cenare durante la bella stagione. Anche qui, ovviamente, siamo i benvenuti!
Aggiungo ancora questo: il castello e l’agriturismo sono un ottimo punto di partenza per scoprire il territorio circostante. Merita una visita Pinerolo e se volete spingervi in alta quota imperdibile il Forte di Fenestrelle (noi possiamo entrare al guinzaglio) conosciuto come la muraglia cinese del Piemonte o salire ancora più in alto sino a Sestriere. E se invece siete dei pigroni o patite un po’ la macchina, Francesca mi ha consigliato una passeggiata che parte proprio dal castello e costeggia il fiume Chisone.
La prossima volta mi farò portare!
E voi amichetti cosa aspettate? Il castello di Osasco può essere visitato tutte le domeniche dal 26 maggio sino a settembre grazie a Turismo Torino e Provincia (nel link tutte le informazioni) ma anche quello di Macello (che presto andrò a visitare) e di Miradolo, seppur in quest’ultimo con qualche limitazione per noi 4zampe.
Per ora mi sembra tutto… se avete qualche dubbio mi trovate su vienifuoriconme@gmail.com

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *