Home » 2013 » maggio

Monthly Archives: maggio 2013

Bravo Scannabue!

Sicuramente tanti di voi lo conoscono già e seppur non abbiano delle attenzioni particolari nei nostri confronti, se non la simpatia… non potevo non raccontarvi di questo ristorante. Per i nostri padroni: un’ottima cucina piemontese e non solo in uno dei quartieri alla ribalta di Torino, San Salvario; per noi, un’accoglienza affettuosa (il cuoco Paolo ha un Labrador) e un dehor a disposizione sia in inverno che in estate. Al ristorante Scannabue, almeno una volta nella vita bisogna andare (o se fate come la mia padrona… n volte).
IMG_1568IMG_1569IMG_1579IMG_1581
In cucina ci sono Paolo Fantini e Elisabetta Desana che con cura e nel rispetto della tradizione preparano piatti tipici del territorio come il vitello tonnato, l’introvabile finanziera e nazionali come le chitarre al nero di seppia con pomodorini, capperi di Pantelleria, olive taggiasche e calamaretti; questi con i tajarin al pesto di pistacchio di Bronte e l’hambuger di fassona con salsa aioli e ketchup hand made sono i preferiti della mia padrona, una vera golosona:-)

IMG_1574IMG_1576IMG_1580

La pasta è fatta in casa come i grissini e il pane utilizzando per quest’ultimo il lievito madre e le farine del Mulino Marino… tutto speciale! E se ordinate un caffè (di Paolo Damosso, Maestro del Gusto di Torino) sarete deliziati da 4 assaggi di pasticceria made Scannabue! Visto che credo di avervi già preso per la gola… qualche riga su San Salvario; come vi ho accennato all’inizio, il ristorante si trova nella conosciuta zona multietnica della città adiacente alla stazione di Torino Porta Nuova, annoverata come quartiere malfamato con ragione negli anni passati; oggi è invece un vivace e in parte riqualificato angolo della città, impreziosito da bellissimi palazzi e scorci caratteristici ricco di locali di ogni tipo. Vicino al centro storico, bastano davvero pochi passi, San Salvario va conosciuto e apprezzato anche per i suoi contrasti. E Scannabue va assolutamente scelto per una cena (pensate è aperto 7 giorni su 7) o per un pranzo (solo sabato e domenica). Se ci andate come mi auguro accada, fatemi sapere le vostre impressioni!

Foto d'autore con Dogs And Us

Mi sono svegliato con il pensiero: ”Come mi vesto per il mio primo shooting fotografico?” Poi ho deciso: “Vado in bianco, anzi in beige come il mio pelo” 🙂
Ero eccitato all’idea di avere tutta l’attenzione per me, intimidito nel conoscere nuove persone, timoroso di non reggere il set dello studio fotografico “Dogs And Us”. Appena entrato Mario ed Emanuela, i due fotografi appassionati di noi 4 zampe e di fotografia, mi hanno dolcemente accolto con un: “Ciao Pixi, finalmente, benvenuto, ma come sei grande!!!” Tutti si aspettano che io sia più piccolo… Dopo una carezza a 4 mani mi hanno preso per la gola dandomi una gustosa crocchetta all’anatra; pian pianino ho preso confidenza, io che sono sempre diffidente, e tra un boccone e l’altro, mi sono lasciato accompagnare nello spazio adibito a set fotografico. Eh si, per la prima volta nella vita, sono stato il protagonista di un vero e proprio shooting in compagnia anche di Silvia e Francesca.
Mi sembrava carino e doveroso portarle, le ho fatto un regalo… in fondo si danno molto da fare per tutti noi!

IMG_1210IMG_1206_EEC4787

Mario ed Emanuela sono specializzati in pet photography e amano, come già detto,  “immortalare” noi 4 zampe da soli ma anche e soprattutto in compagnia dei nostri padroni ovvero della nostra famiglia catturando i nostri sorrisi e pose migliori. Si divertono un mondo e si vede quanto lo facciano con passione! Durante lo shooting ho cercato di comportarmi bene facendo quello che mi veniva detto seppur i flash distoglievano la mia attenzione verso l’obiettivo e…pazienza! Devo ammettere che ogni tanto cercavo di scappare verso l’uscita ma poi ritornavo verso gli obiettivi di Mario e Emanuela che, con garbo e dolcezza, rispettando i miei tempi e stati d’animo, riuscivano sempre a convincermi.

IMG_3824_EEC4776

Trovo l’idea davvero divertente, originale e tenera. Amici, quindi, cosa aspettate? Andando da Dogs And Us non avrete solo una vostra foto ma tanti scatti ricordo con i vostri amici umani che conserverete per tutta la vita. Pixi_CD
Lo shooting dura circa due orette e dopo qualche giorno vi verrà consegnato un dvd con una selezione di circa 60 foto!
Ora godetevi queste splendidi immagini che parlano sicuramente meglio di mealla fine non resisterete!

_EEC4792bn_EEC4802

_EEC4761IMG_1208_EEC4749IMG_1271

Weekend a Osasco in Val Chisone

Oggi vi porto a Pinerolo a circa 40 km da Torino all’inizio della Val Chisone e, nello specifico, a Osasco piccolo borgo caratterizzato dal suo omonimo castello; un edificio che risale al 1300 i cui proprietari di origine genovese, la famiglia Cacherano di Osasco, mi hanno accolto a braccia aperte con un Labrador femmina; meglio di così non si poteva! Io posso entrare e scorazzare liberamente nel giardino, anzi direi nel parco circostante (vista la vastità) e visitare il primo piano, qui al guinzaglio.
OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERADavvero una sorpresa: Francesca, l’ultima dei cinque figli nonché colei che si prende cura della “piccola” residenza (si fa per dire!) mi ha brevemente raccontato la storia; il castello fu costruito a difesa del ducato sabaudo dagli assalti francesi e successivamente nel XVII secolo divenne, finiti i periodi bellici, dimora signorile: fu affrescata la facciata e il lato ovest e vennero ricavati al suo interno nuovi locali con loggiati, saloni, il porticato e si realizzò il parco su progetto dell’architetto Benedetto Alfieri… proprio uno qualunque! Amici… il parco è bellissimo, ben curato e dominato da due enormi faggi rossi; qui hanno trovato il loro habitat naturale e potrebbero sembrare ultra centenari, ma essendo stati piantati dalla nonna come usanza di famiglia in occasione di ogni nascituro, hanno appena 80 anni; se vi mettete sotto le loro grandi foglie non vorrete più andar via, una vera e propria pacchia!

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

IMG_1234OLYMPUS DIGITAL CAMERA

E poi, sorpresa della sorpresa, Carlo il fratello di Francesca, gestisce l’adiacente agriturismo Le 4 Torri ricavato nelle antiche cascine del castello. Cinque le camere a disposizione arredate con gusto e semplicità (con vista sul castello), mantenendo alcune caratteristiche come le bellissime travi a vista e un ristorante dove si gustano ricette del territorio con prodotti stagionali e dell’orto e carni locali oltre che vini. Un invitante spazio esterno completa la struttura per pranzare o cenare durante la bella stagione. Anche qui, ovviamente, siamo i benvenuti!
Aggiungo ancora questo: il castello e l’agriturismo sono un ottimo punto di partenza per scoprire il territorio circostante. Merita una visita Pinerolo e se volete spingervi in alta quota imperdibile il Forte di Fenestrelle (noi possiamo entrare al guinzaglio) conosciuto come la muraglia cinese del Piemonte o salire ancora più in alto sino a Sestriere. E se invece siete dei pigroni o patite un po’ la macchina, Francesca mi ha consigliato una passeggiata che parte proprio dal castello e costeggia il fiume Chisone.
La prossima volta mi farò portare!
E voi amichetti cosa aspettate? Il castello di Osasco può essere visitato tutte le domeniche dal 26 maggio sino a settembre grazie a Turismo Torino e Provincia (nel link tutte le informazioni) ma anche quello di Macello (che presto andrò a visitare) e di Miradolo, seppur in quest’ultimo con qualche limitazione per noi 4zampe.
Per ora mi sembra tutto… se avete qualche dubbio mi trovate su vienifuoriconme@gmail.com