Home » 2013 » marzo

Monthly Archives: marzo 2013

Parco Dora, la Torino underground!

IMG_0429Stanchi (si fa per dire) dei soliti parchi? Allora seguitemi e, in poche righe, vi porterò alla scoperta di un angolo di Torino molto underground, Parco Dora, lungo il fiume Dora! Quando arrivate nella zona compresa tra C.so Svizzera e via Borgaro, noterete sicuramente una chiesa moderna, il Santo Volto, realizzata da Mario Botta; lasciate la macchina (si trova facilmente parcheggio) e iniziate la vostra passeggiata in piena libertà salendo sulla passerella sopraelevata dalla quale è possibile ammirare uno scorcio panoramico delle Alpi e la Basilica di Superga; occhio agli scalini “grigliati”… alle nostre zampe danno un po’ fastidio 🙂 Ma poi… una lunga corsa vi aspetta sopra il cuore del Parco Dora sino a giungere all’ex zona industriale. Qui, ancora agli inizi degli anni ’90 (un po’ di storia non fa mai male) sorgevano alcune delle storiche industrie torinesi, dalla produzione siderurgica della Fiat Ferriere a quella di materiale ferroviario della Savigliano, dalla produzione tessile della Paracchi a quella della gomma della Michelin. IMG_0430
Oggi vi sono solo i resti, ovvero dei maestosi pilastri d’acciaio alti 30 mt (ex torri di calcestruzzo e fondazioni) che regalano all’area un’atmosfera romantica e al tempo stesso selvaggia e futuristica; mi piace da impazzire! E tra un pilastro e l’altro, non perdetevi i grandi murales colorati e gli spazi verdi dove poter correre e giocare con altri amichetti! Nel parco c’è anche un’area dedicata a noi 4 zampe ma io mi tengo alla larga perchè ci sono troppi cani grandi ed io sono un fifone! Ancora una cosa: l’area è in continua evoluzione e ampliamento e sono sicuro che quando sarà terminata, sarà ancora più bella!

IMG_0431IMG_0432

75mila tulipani a Pralormo!

MesserTulipano_3Non posso stare slegato perché d’istinto mi butterei a capofitto tra i mille colori dei tulipani e, come me, tanti altri amici a 4 zampe! E proprio non è il caso, siete d’accordo vero? 🙂 Ma posso entrare e godermi la bellezza di una fioritura che non ha eguali. Il Castello di Pralormo, residenza nobiliare di origini medioevali, apre le sue porte domenica 30 marzo sino al 1 maggio con… Messer Tulipano.
MesserTulipano_2Oltre 75mila tulipani e narcisi vi aspettano in un percorso suggestivo di profumi e colori nel parco progettato nel XIX secolo dall’architetto di corte Xavier Kurten, artefice dei più importanti giardini delle residenze sabaude; il parco accoglie anche ranuncoli multicolore, preziose orchidee nella serra antica, una divertente sezione dedicata agli orti, da giardino, da balcone e da terrazzo, il frutteto di Giuseppe Verdi, una suggestiva mostra dedicata al “Giardino Pittoresco” e all’evoluzione di arredi, attrezzi e complementi da giardino (ma quante ne so?); e poi, un concorso di Cake Design e una divertente esposizione di torte spettacolari! Vi vedo, vi state già leccando i baffi… ma non illudetevi sono  torte da esposizione 🙂
E per noi, viste tutte le cose che ci sono da vedere, tante ciotole d’acqua fresca sparse quà e là nel parco! Che cosa volete di più? Per trascorrere una giornata divertente e all’aria aperta con i vostri padroni, questa è una gita che vi consiglio: il Castello dista soli circa 30 km da Torino e all’interno vi sono panchine per riposarsi e fare picnic, una caffetteria ristorante, una gelateria! Non dimenticatevi di dirglielo!

MesserTulipano_1MesserTulipano_4MesserTulipano_5

4 stelle nel cuore di Torino!

Sitea_BrambillaFieramente, il Direttore del Grand Hotel Sitea, Fabrizio Musso, mi ha mostrato l’attestato “Vacanze a 4 zampe” ricevuto nel 2012 dall’Onorevole Michela Vittoria Brambilla, la quale come tutti noi sappiamo, si batte assiduamente per il riconoscimento dei diritti di noi animali! In questo bellissimo ed elegante hotel 4 stelle, nel cuore di Torino, noi siamo i Benvenuti! Possiamo varcare la soglia  di questo “Locale storico d’Italia” (prestigioso riconoscimento ottenuto nel 2001 dall’Associazione) e dormire nelle meravigliose camere, come potete vedere nell’immagine, su di un comodo tappetino che, insieme ad una ciotola, ci viene consegnato all’arrivo;

Sitea_ingresso

e poi, fatto più unico che raro, possiamo accedere al Ristorante Carignano, dove i nostri padroni vengono deliziati dai piatti proposti all’insegna di una cucina internazionale ma anche e soprattutto piemontese, degne di nota; una piccola chicca: adiacente al ristorante si trova una suggestiva corte con giardino abitata da, pensate un po’, 3 splendide tartarughe da terra, le mascotte dell’hotel! In questo hotel, frequentato da personaggi celebri come Premi Nobel e scrittori di fama mondiale, musicisti del calibro di Louis Armstrong ed artisti dello spettacolo, anche noi ci sentiamo, quindi, delle piccole “star” e soprattutto ben voltuti! Grazie Grand Hotel Sitea! Ancora una cosa a cui tengo molto: vige sempre la stessa regola, dobbiamo comportarci educatamente e rispettare gli spazi in cui veniamo ospitati, mi raccomando! Non facciamo brutte figure con chi ci ama e ci rispetta!

Sitea_hallSitea_cameraSitea_ristorante