Home » 2013 » febbraio » 23

Daily Archives: febbraio 23, 2013

Pizza gourmand!

Così è stata definita, in alcuni post che ho letto, la pizza Al Tegamino in via Bogino 5! Ho quindi chiamato per verificare se noi quattro zampe potessimo entrare e una signora dalla voce gentilissima mi ha risposto: ”I cani sono benvenuti più… senza offesa per nessuno”. E’ stata una risposta davvero inaspettata, credevo fosse un locale, essendo nuovo di zecca, glamour e forse un po’ snob… e invece, le apparenze ingannano! Come non andarci? La pizza è effettivamente una sorpresa: seppur sia al tegamino ovvero più piccola e alta rispetto alla classica napoletana, è diversa nella forma e nel sapore. Guardate le immagini:-)
Al Tegamino_pizza 1Al Tegamino_pizza
La pizza è croccante, soffice e non mollicosa e gli ingredienti ottimi, alcuni del Piemonte come i formaggi di Franco Parola, il prosciutto cotto di Lenti e la bufala cuunese di Moris mentre la mozzarella è pugliese (bé ci mancherebbe…). E poi… le farine utilizzate sono macinate a pietra e il lievito utilizzato è quello madre. La scelta nel menu non è ampia, anzi è minima ma la qualità è garantita, forse è questo il segreto?!
Al Tegamino_menuDimenticavo… servono anche un’ottima farinata e i dolci sono della premiata pasticceria Avidano. Prezzi equilibrati!
Mi piace!

Il Quarto Miglio

QM_salaNon fatevi trarre in inganno dalla vetrina, accanto alla porta di entrata, abbellita con un tavolo apparecchiato ma vuoto… il Quarto Miglio si sviluppa all’interno con intime salette decorate con quadri di vivaci colori. Le sue specialità? Piatti a base di pesce, soprattutto, e di carne. Mi accoglie Franco, il direttore di sala (con fare dolce e gentile…qualità sempre più rare) mostrandomi subito sul cellulare l’immagine del suo cagnolino acciambellato su di una cuccia a forma di zampa. Quale miglior benvenuto? Il ristorante si trova nel cuore della vecchia Torino, conosciuta con il nome di Quadrilatero Romano, tra la bellissima piazza Emanuele Filiberto e via della Consolata; un quartiere antico, caratterizzato da piccole viuzze e palazzi d’epoca, impreziosito da due gioielli: il Santuario della Consolata, il più importante santuario della città oltre che un vero capolavoro del barocco piemontese e il Caffè storico Al Bicerin del 1763, uno dei più piccoli al mondo, dove poter degustare la bevanda tipica di Torino a base di cioccolata, caffè e crema di latte (buonissima) e altre leccorni
Ma torniamo al Quarto Miglio: i piatti proposti sono carichi di personalità (almeno quelli da me scelti a base di pesce),  serviti con gusto (anche l’occhio vuole la sua parte…) e originali negli abbinamenti degli ingredienti; la pasta, inoltre, è fatta rigorosamente in casa. Ottimo il rapporto qualità prezzo!
E io… sono stato benissimo!

QM_AntipastiQM_primoQM_secondo