Home » 2013 » gennaio

Monthly Archives: gennaio 2013

Val Chisone che passione!

tramonto val Chisone
Una domenica qualunque si è trasformata in una gita fuori porta sulla neve. O meglio, in una ciaspolata in Val Chisone, a sud-ovest di Torino, nel Parco Naturale Orsiera Rocciavrè! Io non ho calzato le racchette da neve, dette anche ciaspole, per ovvi motivi di quadrupedia, ma ho seguito, passo dopo passo, la mia padrona e i suoi amici, che per circa 3 ore, dalle 17 alle 20, si sono cimentati in un percorso di circa 5 km da Prà  Catinat – località famosa per il suo sanatorio intitolato a Giovanni Agnelli sino al 1982 ed  oggi sede del centro di educazione ambientale oltre che struttura ricettiva –  sino al rifugio Selleries (Roure), aperto tutto l’anno, a quota 2030 mt. E poi sono stato senza guinzaglio, libero di correre sulla neve divertendomi come non mai…ma mi raccomando non ditelo ai guardia parco!!! In base alla normativa del parco, i cani possono accedere, ma solo al guinzaglio, quindi parola d’ordine è non allontanarsi dal gruppo e ubbidire al richiamo del padrone (come sempre!!!) altrimenti si potrebbe incorrere in una spiacevole contravvenzione e infatti io sono stato sempre -vicino vicino- alla mia padroncina.

Ciaspole

La passeggiata non è semplicissima, alcuni tratti sono in salita altri pianeggianti, ma la fatica viene ripagata dallo spettacolo naturalistico una volta arrivati in alto. Le Alpi danno il meglio di sè mostrando fieramente la loro imponenza tra la neve bianca e intonsa e i colori del cielo al tramonto. Ero un po’ affaticato, anche per l’altitudine, devo ammetterlo, ma felice. E fortunatamente mi sono potuto riposare al rifugio mentre gli amici a due “zampe” lenivano le loro fatiche con polenta e salsiccia tra una risata e una chiacchera.

Val Chisone_chiesa

Per seguire le mie orme c’è Turismo Torino

Che… Forte!

Forte FenestrelleAppena varcata la soglia del maestoso Forte di Fenestrelle, simbolo della Provincia di Torino, ho incontrato Romeo, ma qui non faceva “er gatto er mejo der colosseo” ma “er cane der forte”…  mi è venuto incontro scodinzolando per darmi il benvenuto a quella che è considerata la seconda (sic!) costruzione militare più grande del mondo dopo alla muraglia cinese. In tutta sincerità, a pochi km da Torino, precisamente in Val Chisone (neanche un’ora di auto) non credevo esistesse una tale costruzione.
ForteLa mia visita al Forte è stata una vera e propria scoperta con Romeo, il cane di colei che gestisce il Forte, che, come un vero e proprio padrone di casa, mi ha fatto da Cicerone. Pensate: il Forte è stato costruito in 122 anni (dal XVIII al XIX secolo) ed è la somma di 3 forti (Forte San Carlo, Tre Denti, Delle Valli ) abbarbicati sulla cresta della montagna per un totale di 3 km di lunghezza per un dislivello di 635 mt e 3996 scalini, costruito partendo dall’alto verso il basso poiché è più “facile” spostare enormi massi di pietra dall’alto al basso e non il contrario…l’avessero saputo gli egiziani!!!

Forte Fenestrelle_scala internaJPG

Trattandosi di una fortezza militare, eretta da noi piemontesi per difenderci dai francesi, gli ambienti sono vuoti ma ugualmente affascinanti e interessanti, ancor di più se visitati con la guida Luca; un volontario, come tutta la gestione del Forte, che con passione e coinvolgimento ti porta indietro nel tempo, facendoti rivivere la storia ma anche gli usi e costumi dei soldati che vivevano nel Forte. La coppia Romeo e Luca è imbattibile, direi… er mejo der mejo!
Io posso entrare al guinzaglio

Torino, perchè mi piace!

Torino rivistaIMG_0268IMG_0291
Perchè Torino è una città a misura d’uomo ma anche di cane. Tranquilla, vivibile, poco trafficata rispetto ad altre realtà italiane e pensate, una delle più verdi d’Italia con i suoi 25 parchi cittadini e collinari e grandi viali alberati. Torino è infatti abbracciata da una splendida collina, ricca di percorsi in mezzo al verde, e  parchi naturali oltre che attraversata dal grande fiume, il Po. C’è quindi l’imbarazzo della scelta sul dove andare a fare una passeggiata, spesso e volentieri in piena libertà, senza il guinzaglio ma facendo comunque attenzione ai vigili (su questo aspetto vi darò un po’ di informazioni) e senza arrecare disturbo; in questa sezione vi descriverò quindi le mie esperienze nei vari parchi, dal parco del Valentino che si sviluppa lungo il fiume coprendo una superficie di 500.000 mq a quello della Pellerina, il più grande parco urbano d’Italia, sino a quello della Maddalena, nel cuore della collina. Non lo nego, questi sono alcuni dei miei preferiti e soprattutto, vicini a dove vivo.
_DSC3250E poi, vi racconterò delle mie passeggiate, ad esempio lungo la via Garibaldi la pedonale più lunga d’Europa, delle sue piazze maestose come piazza Castello, con Palazzo Reale e Madama, e San Carlo o di quelle più piccole e nascoste. Senza tralasciare negozi, bar e caffè storici, trattorie e ristoranti dove sono il benvenuto e negozi per cani; e ancora vi porterò alla scoperta del mio quartiere, Cit Turin, in dialetto piemontese la piccola Torino.

IMG_1613pellerina

gennaio: 2013
L M M G V S D
    Feb »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031